Gibelli, dal 2022 al lavoro su Eyof e Gorizia2025

"Dall'anno prossimo lavoreremo a pieno ritmosoprattutto su due filoni, ovvero gli appuntamenti con Eyof 2023e Nova Gorica/Gorizia Capitale europea della Cultura 2025. Tuttoil lavoro che stiamo svolgendo è inoltre rivolto a far sì che inostri soggetti di produzione culturale possano offrire nuoveopportunità di lavoro nel settore, in particolare a...
 |  Redazione de il Meridiano  |  Politica

"Dall'anno prossimo lavoreremo a pieno ritmo
soprattutto su due filoni, ovvero gli appuntamenti con Eyof 2023
e Nova Gorica/Gorizia Capitale europea della Cultura 2025. Tutto
il lavoro che stiamo svolgendo è inoltre rivolto a far sì che i
nostri soggetti di produzione culturale possano offrire nuove
opportunità di lavoro nel settore, in particolare ai tanti
giovani che negli anni scorsi sono andati altrove".

Questo uno dei passaggi salienti dell'intervento dell'assessore
regionale alla Cultura e sport, Tiziana Gibelli, che oggi
pomeriggio ha preso parte alla seduta della V Commissione
consiliare chiamata ad esprimere un parere sulle parti di
competenza alla nota di aggiornamento del Defr 2022 e all'esame
dei documenti relativi alla sessione di bilancio 2022.

Relativamente a Ecoc 2025 Gibelli ha annunciato che "all'inizio
del prossimo anno sono certa che potremo iniziare a presentare un
ricco palinsesto culturale che partirà già nel 2022, per
culminare nel 2023 e poi proseguire in un crescendo fino
all'esplosione dei tanti eventi e attività previsti per il 2025.
Sarà una delle pagine più interessanti per il Friuli Venezia
Giulia; Ecoc si giocherà su tutta la regione e su più fronti e
sarà la più grande opportunità turistica che questa regione avrà
nei prossimi decenni. Un puzzle che si compone già di diversi
finanziamenti e che riguarderà anche altre direzioni a partire,
ad esempio, dalle infrastrutture e dalla sanità che dovranno
considerare l'impatto della presenza di migliaia di persone
nell'arco di un anno su tutto territorio".

Gibelli ha quindi illustrato in dettaglio le norme incluse nella
legge collegata e nella Legge di Stabilità 2022, ponendo
l'accento in particolare sui provvedimenti per dilazionare i
termini di realizzazione e rendicontazione di eventi slittati a
causa del Covid. Allo stesso modo è stata prevista la proroga del
termine per la presentazione delle domande di contributo per le
attività delle biblioteche. Sempre per l'impatto della pandemia,
verrà mantenuta la qualifica di biblioteca di valore regionale a
tutte le strutture anche qualora non siano verificati tutti i
requisiti.

Gibelli ha quindi ricordato il sostegno ai musei regionali e agli
ecomusei, il contributo straordinario al soggetto gestore del
Cluster regionale cultura e creatività per organizzare la prima
Fiera regionale del settore, il riconoscimento al Comune di
Aquileia delle risorse per la gestione dell'Ufficio Unico.
"Complessivamente la manovra immette 5 milioni di euro in più
rispetto al bilancio previsionale 2021" ha concluso l'assessore.



©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto