Mobbing, attivare lo sportello di Trieste

"Attivare al più presto un nuovo Puntodi ascolto di riferimento per il territorio di Trieste è unelemento fondamentale per rendere efficaci gli strumenti di lottaal mobbing in Friuli Venezia Giulia".Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Movimento5 Stelle, Ilaria Dal Zovo, in merito alla relazionesull'attuazione della legge regio...
 |  Redazione de Il Meridiano  |  Politica

"Attivare al più presto un nuovo Punto
di ascolto di riferimento per il territorio di Trieste è un
elemento fondamentale per rendere efficaci gli strumenti di lotta
al mobbing in Friuli Venezia Giulia".

Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Movimento
5 Stelle, Ilaria Dal Zovo, in merito alla relazione
sull'attuazione della legge regionale di contrasto ai fenomeni
vessatori e discriminatori sui luoghi di lavoro.

"Un fenomeno che non risparmia certo la nostra regione, dove nel
2021 più di mille persone si sono rivolte ai Punti di ascolto -
ricorda la portavoce pentastellata -. La maggioranza degli
episodi di mobbing, in Fvg come nel resto d'Italia, riguarda le
donne".

"Dal 2019 non è più operante lo sportello di Trieste e l'auspicio
è che la Regione promuova tutte le attività di informazione e
sensibilizzazione necessarie per raggiungere in breve l'obiettivo
dell'accreditamento e del finanziamento di un nuovo Punto di
ascolto - conclude Dal Zovo -. L'efficacia degli interventi non
può prescindere da capillarità e territorialità degli sportelli".

Parole chiave: Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto