Nuovo CdA per la GIT

Gli ottimi risultati finanziari ed economici ottenuti in questi anni non certo facili a causa della pandemia dalla Grado Impianti Turistici confermano la qualità del lavoro svolto dall'amministratore unico delle società, Alessandro Lovato e da tutto il personale della GIT, ai quali va il ringraziamento della Regione. Ora...
 |  Francesco Tremul  |  Attualità

Gli ottimi risultati finanziari ed economici ottenuti in questi anni non certo facili a causa della pandemia dalla Grado Impianti Turistici confermano la qualità del lavoro svolto dall'amministratore unico delle società, Alessandro Lovato e da tutto il personale della GIT, ai quali va il ringraziamento della Regione. Ora si apre una nuova fase per la GIT, con la ricostituzione del consiglio di amministrazione che sarà guidato da Roberto Marin, durante la quale la società dovrà affrontare nuove sfide, a partire dalle terme che saranno una risorsa straordinaria per l'intero Friuli Venezia Giulia.

È questo in sintesi il concetto espresso dall'assessore regionale alle Attività produttive e turismo al termine dell'assemblea dei soci dell Grado Impianti Turistici, durante il quale, dopo l'approvazione all'unanimità del bilancio, su proposta del socio di maggioranza PromoturismoFVG è stata assunta la decisione di affidare la gestione della società a un consiglio di
amministrazione composto dal presidente Roberto Marin assieme ai consiglieri Caterina Zanon e Paolo Pittini, mentre il collegio dei sindaci è composto da Elena Cussigh (presidente), Stefano Montrone e Francesco Marchesan, con Stefano Chiarandini e Andrea Zanutta indicati come sindaci supplenti. L'assemblea ha inoltre stabilito di mantenere inalterato il compenso economico definito in passato per la figura dell'amministratore unico della GIT, distribuendolo tra il presidente (30mila € lordi all'anno) e i consiglieri (5mila € lordi ciascuno), e di confermare la cifra stabilita in passato per i componenti del collegio di sindaci.

L'assessore al turismo ha rimarcato che tra la Regione, PromoturismoFVG, il Comune di Grado e la GIT si sia instaurato un clima di fattiva collaborazione e ha sottolineato che il nuovo consiglio di amministrazione sarà chiamato a valorizzare e integrare ulteriormente l'offerta dell'Isola del sole nel contesto regionale e proprio per questo sono stati chiamate nel cda persone con competenze nei settori enogastronomico e del turismo slow.

L'esponente della Giunta ha quindi confermato che, nonostante la pandemia, Grado ha registrato nella precedente stagione risultati brillanti e tutti gli indicatori evidenziano che anche il 2022 farà registrare numeri rilevanti. Un'anticipazione confermata anche dalla recente indagine di Demoscopica, secondo la quale il Friuli Venezia Giulia è la prima regione italiana ad aver recuperato sulle presenze il gap con il periodo prepandemico. Per l'assessore è quindi necessario rafforzare gli sforzi per continuare sulla strada intrapresa anche grazie al supporto di PromoturismoFvg, che rimane uno strumento fondamentale per le amministrazioni locali e gli operatori turistici.

Parole chiave: Grado


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto