Trieste capitale mondiale della lettura per l'infanzia

"L'esperienza sviluppata dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il progetto di lettura 0-18 anni è una delle competenze che ha permesso alla città di Trieste di ospitare il 39. Congresso Internazionale Ibby 2024 in rappresentanza dell'Italia. Trieste sarà così la capitale mondiale della lettura dell'infanzia ad un anno ...
 |  Francesco Tremul  |  Attualità

"L'esperienza sviluppata dalla Regione Friuli Venezia Giulia con il progetto di lettura 0-18 anni è una delle competenze che ha permesso alla città di Trieste di ospitare il 39. Congresso Internazionale Ibby 2024 in rappresentanza dell'Italia. Trieste sarà così la capitale mondiale della lettura dell'infanzia ad un anno dall'appuntamento con NovaGoriza-Gorizia Capitale europea della Cultura 2025, un binomio che ci inorgoglisce e ci premia del lavoro di tanti anni".

Così l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli si è espressa in occasione dell'evento organizzato da Ibby Internazionale nell'ambito della 59. edizione della fiera di Bologna Children's book fair, in programma fino al 24 marzo e incentrata sul mondo dell'editoria per ragazzi e dell'editoria generale.

"La nostra regione è tra quelle in cui si legge di più in Italia ed il merito va anche alle tante iniziative che vengono realizzate sul libro e su tutto ciò che vi ruota attorno, prima fra tutte il progetto Leggiamo 0-18 che promuove e stimola la lettura nelle giovani generazioni" ha evidenziato ancora Gibelli.

Dalla sua fondazione Ibby tiene il suo Congresso internazionale ogni due anni nei diversi Paesi del mondo. L'Italia lo ha ospitato l'ultima volta nel 1958 a Firenze. Dopo molti anni, sarà dunque Trieste ad ospitare il Congresso internazionale, scelta dal direttivo di Ibby Italia (una delle 79 sezioni nazionali di Ibby) tra numerose altre città candidate.

Il Congresso internazionale Ibby si terrà a Trieste dal 29 agosto al 2 settembre 2024 e prevede la presenza di oltre 500 partecipanti, provenienti da 80 paesi del mondo. Ibby Italia è incaricata di curare il programma, definirne i temi e assicurarne la realizzazione, avvalendosi della collaborazione della Regione, del Comune di Trieste, di PromoTurismoFVG, e ulteriori portatori d'interesse regionali dei settori della cultura, coinvolti anche per definire il programma culturale e turistico che accompagnerà l'evento.

Il progetto LeggiAMO 0-18 si articola in importanti iniziative ed eventi, nonché progetti speciali tra cui il progetto "Nessuno escluso" con i Silent Books, volumi che "parlano" con le figure e la "biblioteca asino" che attraverso il trasporto itinerante sul dorso d'asino ha portato i libri alle comunità montane periferiche della Carnia. Nell'ambito del progetto Bill - La Biblioteca della Legalità, sono stati effettuati incontri di cittadinanza attiva organizzati per diffondere nelle scuole la cultura e i valori della legalità, libertà, giustizia e responsabilità sociale che hanno visto la partecipazione di 3.905 studenti.

Nell'ambito della rassegna "La strada dei libri passa da", che si svolge ogni anno da giugno a settembre, sono stati organizzati 21 eventi culturali e di ritrovo, che hanno visto la partecipazione di 1.094 persone tra bambini, genitori e adulti di cura. Nell'ambito dell'iniziativa "Favole al telefono" (avviata come iniziativa pilota durante la pandemia) si contano 5.043 partecipazioni di cui 3.928 in Friuli Venezia Giulia e la rimanente parte nel resto d'Italia.

Parole chiave: Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto