140° de "Il Piccolo"

Nel giorno esatto del suo 140° compleanno (il primo numero de "Il Piccolo" uscì a Trieste il 29 dicembre del 1881) il Sindaco Roberto Dipiazza ha conferito oggi nel corso di una solenne cerimonia, svoltasi nella sala del Consiglio comunale di Trieste, nel rispetto delle disposizioni anti Covid, il sigillo trecentesco della città al quotidiano "I...
 |  Francesco Tremul  |  Attualità

Nel giorno esatto del suo 140° compleanno (il primo numero de "Il Piccolo" uscì a Trieste il 29 dicembre del 1881) il Sindaco Roberto Dipiazza ha conferito oggi nel corso di una solenne cerimonia, svoltasi nella sala del Consiglio comunale di Trieste, nel rispetto delle disposizioni anti Covid, il sigillo trecentesco della città al quotidiano "Il Piccolo", nelle mani del direttore Omar Monestier e della condirettrice Roberta Giani.

"Il Piccolo – ha detto il Sindaco Roberto Dipiazza – è una bella immagine e una guida per la nostra città, una Trieste che deve crescere e svilupparsi anche per le ingenti risorse che abbiamo ora a disposizione. A nome mio e della città vi dico grazie per quello che fate e per il vostro lavoro. In questi anni, devo essere sincero, da voi ho avuto più soddisfazioni che negatività. E i prossimi saranno anni importantissimi per la città e per tutta quest’area che riprenderà una vitalità incredibile".

Apprezzamento e gratitudine per il sigillo sono state espresse sia dal direttore de "Il Piccolo" Omar Monestier che dalla condirettrice Roberta Giani che hanno anche firmato il libro d’oro del Comune, lasciando rispettivamente le seguenti dediche: "liberi sempre" e "ci vediamo per i prossimi 140 anni".

Nel suo intervento Roberta Giani ha tra l’altro evidenziato come, tra le molte vicissitudini della storia e due guerre, "Il Piccolo ha saputo ritagliarsi un’identità peculiare unica, come è unica l’identità di questa città". "Credo che Il Piccolo sia stato, sia e possa e debba essere più di un giornale. E’ la voce di una comunità, di Trieste, della Venezia Giulia, di un territorio particolare. E credo e debba dar voce a tutti, soprattutto alle forze migliori e più positive di questa realtà, quelle che guardano al futuro e senza paura al cambiamento".

"Il Piccolo è parte integrante della storia di questa terra" - ha ribadito il direttore Omar Monestier - sottolineando anche come, grazie alle nuove tecnologie, "oggi la nostra audience è più alta di quando vendevamo 50 mila copie". "Se noi abbiamo ancora un futuro in questo territorio, sarà sempre più nel stare vicino alla nostra gente". "Abbiamo necessità di essere sempre più intimamente connessi con questo territorio nel rispetto della verità e della narrazione corretta". "La stella polare da seguire - ha concluso - è quella del lavoro e della libertà, per la democrazia e la verità, buon compleanno "Il Piccolo".

La cerimonia nella sala del Consiglio si era aperta con il messaggio del presidente del Consiglio comunale Francesco di Paola Panteca, che ha ricordato la lungimiranza del fondatore Teodoro Mayer. Condotta dal giornalista Piero Spirito la cerimonia ha visto quindi la proiezione di un breve video storico su "Il Piccolo" e a seguire i messaggi portati dall’amministratore delegato di Gedi, Fabiano Begal, dalla redattrice più giovane, Elisa Lenarduzzi, dal redattore più anziano, Piercarlo Fumanò e dal rappresentante sindacale, Ciro Esposito.

Parole chiave: Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto