"Monet e gli Impressionisti in Normandia"

Il Museo Revoltella di Trieste ospita dal 4 febbraio al 5 giugno 2022 la mostra "Monet e gli Impressionisti in Normandia", in occasione della quale saranno riunite oltre settanta opere per raccontare il legame dell’Impressionismo con la Normandia. Tra gli artisti presenti, Monet, Renoir, Delacroix e Courbet, pi...
 |  Francesco Tremul  |  Cultura

Il Museo Revoltella di Trieste ospita dal 4 febbraio al 5 giugno 2022 la mostra "Monet e gli Impressionisti in Normandia", in occasione della quale saranno riunite oltre settanta opere per raccontare il legame dell’Impressionismo con la Normandia. Tra gli artisti presenti, Monet, Renoir, Delacroix e Courbet, pittori che hanno colto l’immediatezza e la vitalità del paesaggio imprimendo sulla tela le sfumature del cielo, lo scintillio dell’acqua e le verdi valli della Normandia.

La rassegna conta conta la partecipazione di una delle collezioni più significative del periodo impressionista, la Collezione Peindre en Normandie, da cui proviene la maggior parte dei capolavori in mostra, insieme a prestiti provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi, dal Belvedere di Vienna, dal Musée Eugène-Boudin di Honfleur e da collezioni private.

L'intento è ripercorrere le tappe salienti del movimento artistico, attraverso opere come Falesie a Dieppe (1834) di Delacroix, La spiaggia a Trouville (1865) di Courbet, Camille sulla spiaggia (1870) di Monet, Tramonto, veduta di Guernesey (1893) di Renoir. Capolavori che raccontano gli scambi, i confronti e le collaborazioni tra i più grandi artisti dell’epoca.

Furono gli acquarellisti inglesi come Turner e Parkes che, attraversata la Manica per abbandonarsi allo studio di paesaggi, trasmisero la loro capacità di tradurre la verità e la vitalità naturale ai pittori francesi: gli inglesi parlano della Normandia, della sua luce, delle sue forme ricche che esaltano i sensi e l’esperienza visiva. Luoghi come Dieppe, l’estuario della Senna, Le Havre, la spiaggia di Trouville, il litorale da Honfleur a Deauville, il porto di Fécamp diventano fonte di espressioni artistiche di grande potenza, dove i microcosmi generati dal vento, dal mare e dalla bruma possiedono una personalità fisica, intensa ed espressiva, a cui i pittori francesi giungono dipingendo en plein air.

Parole chiave: Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto