• Home
  • Sport
  • Calcio
  • Serie C
  • Triestina, Milanese: "Senza Biasin siamo al punto di partenza, vogliamo vendere a persone serie"

Triestina, Milanese: "Senza Biasin siamo al punto di partenza, vogliamo vendere a persone serie"

I commossi Mauro e Romina Milanese (in particolare quest'ultima) hanno incontrato la stampa. Dopo un minuto di silenzio in ricordo di Mario Biasin, suo cugino Mauro ha preso la parola. "Un triestino partito a tre anni si è ricordato della sua città, è strano che senza di lui siamo al punto di par...
 |  Redazione sport  |  Serie C
Mauro Milanese durante la conferenza stampa

I commossi Mauro e Romina Milanese (in particolare quest'ultima) hanno incontrato la stampa. Dopo un minuto di silenzio in ricordo di Mario Biasin, suo cugino Mauro ha preso la parola. "Un triestino partito a tre anni si è ricordato della sua città, è strano che senza di lui siamo al punto di partenza, in una città da 200 mila abitanti, con un porto importante e imprenditori di livello. Al momento tante parole ma zero fatti. Il nostro obiettivo è vendere a persone serie e non a prestanome, insomma con liquidità per iscrivere la squadra. Servono ora 1,2 milioni, anche a titolo di sponsorizzazione o di acquisto di quote per poi completarne il passaggio successivamente. Si potrebbe pensare anche alla cessione di uno o più giocatori a quella cifra per ottenere le risorse necessarie. Le strade possono essere molte".
A pranzo di mercoledì 09/06 Milanese ha visto Roberto Dipiazza. "L’incontro con il sindaco è stata l’occasione per far capire a Dipiazza la situazione attuale e lui mi ha parlato di due cordate, di cui io non so nulla. Ma i tempi sono stretti, spero di potere incontrare nel più breve tempo possibile gli imprenditori interessati. Altre piste possibili? Quando ti chiamano sembra che ci sia un interesse concreto, ma quando c’è da tirare fuori i soldi diventa tutto più complicato. Noi siamo trasparenti, i nostri bilanci sono pubblici e siamo disposti a detrarre dall’eventuale prezzo di vendita i debiti correnti
C’è la volontà di risolvere il problema e ci stanno lavorando. Ci fosse una sponsorizzazione, come è stato per Allianz nel basket, si potrebbe anche pensare di andare avanti come famiglia, e lo stesso varrebbe nel caso il Governo australiano concedesse la stessa opportunità che ha avuto Metricon per proseguire l’attività ordinaria della Met 511, società proprietaria della Triestina”.

Parole chiave: Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto