Serie D, Bor ancora imbattuto. Cormons passeggia

Ottava evoluzione di campionato per il girone Est della serie D FVG della palla a spicchi. RONCHI-DOM GORIZIA 71-75 (18-22, 43-45, 49-55) Eriberto Delli Santi (assistant coach del Dom Gorizia): “Finalmente rotto il ghiaccio e primi due punti! In questa partita si sono affrontate le due squadre ...
 |  Redazione sport  |  Basket

Ottava evoluzione di campionato per il girone Est della serie D FVG della palla a spicchi.

RONCHI-DOM GORIZIA 71-75 (18-22, 43-45, 49-55)

Eriberto Delli Santi (assistant coach del Dom Gorizia): “Finalmente rotto il ghiaccio e primi due punti! In questa partita si sono affrontate le due squadre più giovani del campionato. Nei primi due quarti stesso copione: noi tentavamo dei mini allunghi (massimo 5 o 6 punti), ma venivamo sistematicamente raggiunti. In pratica il nostro attacco (e anche il loro) funzionava discretamente, il problema era la difesa troppo permissiva. Il terzo quarto è stato quello decisivo, finalmente abbiamo iniziato a difendere e le percentuali avversarie sono calate discretamente, tanto da subire solo 6 punti in questa frazione di gioco. Nell’ultimo e decisivo periodo abbiamo pian piano allungato, arrivando fino al più 16 a circa tre minuti dalla fine. Qua, invece di continuare a giocare, ci siamo rilassati e permesso al Ronchi di rendere lo scarto più onorevole. Il punteggio finale sembra raccontare una partita più equilibrata di quello che è stata in realtà. Per la vittoria bisogna ringraziare tutta la squadra e i due maggiori realizzatori Ballandini e Lazic, ma una nota particolare va a Borsi (2003) e Devetak (2004) che hanno egregiamente supplito al mancato utilizzo del compagno Salvi in panchina per onor di firma e del capitano Abrami (sceso in campo pur non in buone condizioni fisiche)”.

SANTOS-BOR 67-71 (14-20, 31-38, 42-48)

Sesto successo di fila per il Bor ancora imbattuto nel big match con il Santos (sceso in campo due volte in più finora). Ospiti sempre avanti pur senza la pesante e importante assenza del pivot Strle e pur essendo la squadra di casa giovane e grintosa. Vincitori sempre avanti comunque, ben condotti da Bole (prezioso in attacco e in difesa).

Nel dettaglio r ritmi di gioco sono alti sin dai primi minuti con le due squadre che si affidano all’estro dei propri realizzatori principali, cioè Pecchiar per i gialloverdi e Scocchi per gli ospiti. La maggior precisione dalla lunga distanza di Pizziga e compagni vale il primo allungo con il Bor che chiude la prima frazione in vantaggio per 14-20. Nel secondo quarto vengono scongelati dalla panchina Fonda e Bole che per un paio di minuti mettono in scena un 1vs1 a distanza che accende la contesa prima del brutto infortunio al ginocchio occorso a Bettin. Dopo una decina di minuti persi per le prime cure mediche somministrate al playmaker del Santos le distanze tra le due compagini rimangono pressoché inalterate per il resto del quarto, che termina con gli ospiti avanti per 31-38.

Al rientro dagli spogliatoi la fluidità di gioco delle due duellanti viene meno con il ritmo e le percentuali di tiro che calano vertiginosamente in ambedue le metà campo. Il terzo quarto termina in sostanziale parità (42-48 al 30’), ma a cavallo tra le ultime due frazioni va in scena lo ‘Schillani&Girotto Show’. I due padroni di casa confezionano 22 punti combinati consecutivi che portano il Santos a impattare sul 57-57 a tre minuti dalla fine. Nell’ultimo scampolo di match il Bor si dimostra più cinico e conquista il foglio rosa grazie ai due piazzati messi a referto negli ultimi 120 secondi dal mortifero Bole. Con la vittoria per 67-71 non s’interrompe l’inarrestabile marcia del Bor, sempre più primo della classe. Il Santos, nonostante la sconfitta che chiude la striscia di tre vittorie consecutive, dà segnali di continuità di crescita e di una ritrovata consapevolezza.

BASKET 4 TRIESTE-SAN VITO TRIESTE 52-72 (18-16, 24-33, 36-52)

San Vito corsaro con merito al PalaTrieste. Per la compagine dell’ex Aldo Barzelatto è la prima affermazione in esterna. Primi 10’ alla pari, poi inizia la serata no dei padroni di casa ai liberi, mentre gli ospiti sanno fare il loro con precisione e così allungano. B4T sfiduciato nell’ultimo round, andando sotto anche di 26 (43-69). Uno stop che ha portato alle dimissioni di coach Riccardo Reale.

PALLACANESTRO MONFALCONE-KONTOVEL 64-69 (8-12, 27-21, 48-43)

Il rush finale è decisivo con i carsolini a piazzare un parziale di 16-26, utile ad attuare il sorpasso.

ALBA CORMONS-PALLACANESTRO TRIESTE 91-55  (25-16, 52-33, 66-49)

Cormons (Silvestri, Zotti e Cucut incisivi) più scafata e prestante dei volonterosi Under 17 della Pallacanestro Trieste (iscritti a un campionato senior volutamente per fare esperienza) e il risultato ne è la conseguenza. Tra gli ospiti una menzione per Objubech e Bittolo/Bon.

GRADISCA-DON BOSCO TRIESTE 69-84

I salesiani triestini riescono a chiudere il filotto negativo, venendo tascinati da Covelli autore di 25 punti.

Parole chiave: Trieste, Gorizia


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto