L'intervento del Sindaco

Cari concittadini, gentili consiglieri comunali, assessori, uffici e dipendenti del Comune di Trieste. "Quando il tempo è brutto e c’è burrasca, il buon marinaio tenta di portare in salvo la barca e l’equipaggio, mentre l’ottimo marinaio è quello che è rimasto a terra salvando barca ed equipaggio”. Questo saggio pensiero dell’amico e capitano S...
 |  Francesco Tremul  |  Politica

Cari concittadini, gentili consiglieri comunali, assessori, uffici e dipendenti del Comune di Trieste.

"Quando il tempo è brutto e c’è burrasca, il buon marinaio tenta di portare in salvo la barca e l’equipaggio, mentre l’ottimo marinaio è quello che è rimasto a terra salvando barca ed equipaggio”. Questo saggio pensiero dell’amico e capitano Sandro Chersi, credo faccia ben capire il perché della mia scelta di continuare a riunire il Consiglio Comunale in remoto in questa prima convocazione che compete al Sindaco. Con la recrudescenza del virus che, dati alla mano e come leggiamo dalle cronache giornalistiche, ci fa prospettare la zona gialla, sta portando nuovamente al collasso le strutture ospedaliere a causa dei non vaccinati e mettendo in crisi l’assistenza per la cura di altre patologie, mi auguro che la prudenza sia il faro del prossimo presidente del Consiglio Comunale e dei prossimi capi gruppo nel decidere le modalità di convocazione delle successive assemblee cittadine, nel contesto dello stato di emergenza che fino al prossimo 31 dicembre resta in vigore, ricordando che la seduta di un organo collegiale a composizione così numerosa come è il consiglio comunale, è regolare e legittima sia che si tenga da remoto che in presenza.

A coloro che pongono legittime domande, anche se in alcuni casi evidenziano la poca conoscenza della macchina amministrativa tanto da utilizzarla in modo a dir poco irrituale, rispondo e ricordo che nel perdurare della situazione di emergenza causa Covid, la linea prevalente adottata per le sedute del Consiglio Comunale è stata quella in remoto. In questo contesto operativo l’aula, in tutti questi mesi, ha approvato importantissimi provvedimenti amministrativi nell’interesse cittadino, senza privare in alcun modo i consiglieri del ruolo loro attribuito.

Ricordo, inoltre, che questa amministrazione nei periodi più bui di questa pandemia, che non è ancora passata, non è rimasta indenne agli affetti dei contagi da Coronavirus, ma grazie alle sue professionalità, ad un’ottima organizzazione ed ad un’evidente capacità di resilienza è riuscita a tamponare le criticità, continuando a garantire i servizi ai cittadini. Sarebbe assurdo, per soddisfare il compiacimento mediatico di alcuni, mettere a rischio la struttura amministrativa e quindi creare disservizi ai cittadini e imprese. Approfitto, invece, per ringraziare tutti i dirigenti ed i dipendenti del Comune di Trieste per il grande sforzo messo in campo sia nei mesi più difficili, sia oggi che il virus si ripresenta nella sua pericolosità.

Alla luce di un tanto è evidente che all’insicurezza dell’apparire, probabilmente auspicata da alcuni, preferisco, governato dalla prudenza, mettere in sicurezza gli atti amministrativi che, sia quest’aula che l’intera struttura comunale sono chiamati a produrre nell’interesse dei cittadini e della città di Trieste.

La politica del sospetto tipica di chi non ha argomenti, non mi appartiene e non appartiene a questa amministrazione comunale di centrodestra che, su democratico mandato dei cittadini, è stata chiamata a governare la città di Trieste.

Alla luce di un tanto, prima di illustrare all’aula ed ai cittadini il nostro programma di mandato, voglio sinceramente ringraziare sia gli assessori uscenti che i consiglieri comunali uscenti, che dai banchi della maggioranza e dell’opposizione, hanno contribuito con il proprio lavoro al bene della nostra città.

Credo fermamente che solo attraverso la dialettica politica, il confronto e la collaborazione si possano raggiungere importanti risultati nell’interesse dei cittadini e di Trieste. L’auspicio personale è quello di avere una maggioranza concentrata sui risultati ed un’opposizione attenta, stimolante, guardinga, ma sempre proiettata all’interesse comune e non alle ideologie di parte.

A tutti voi auguro un buon lavoro.

 
Parole chiave: Primo piano, Trieste


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto