600 € di multa per le pupù di Fido non raccolte

Questa mattina la Polizia Locale di Muggia ha notificato una serie di sanzioni per un totale di 600 € ad un cittadino che non utilizzava il guinzaglio e che per più volte non ha raccolto le deiezioni dei suoi due cani in pieno centro, in piazza Marconi. Il comportamento reiterato dell’uomo è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza d...
 |  Francesco Tremul  |  Cronaca

Questa mattina la Polizia Locale di Muggia ha notificato una serie di sanzioni per un totale di 600 € ad un cittadino che non utilizzava il guinzaglio e che per più volte non ha raccolto le deiezioni dei suoi due cani in pieno centro, in piazza Marconi.

Il comportamento reiterato dell’uomo è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del Comune ed in particolare, sul fronte delle deiezioni, la situazione di sporcizia era già stata segnalata più volte dalle persone.
 
Nel dettaglio è stato applicato l'art. 21/1 del Regolamento comunale per la tutela e il benessere degli animali (cani senza guinzaglio per 4 volte) e l'art. 27/1 del medesimo Regolamento per la mancata raccolta delle deiezioni canine (due verbali), ognuno di 100 € per un totale di 600 € riferiti a giornate distinte e che riguardano un cittadino muggesano con due cani di taglia medio-grande.
 
Già da qualche tempo, a seguito dei ripetuti episodi di mancata raccolta delle deiezioni, il sindaco Paolo Polidori aveva chiesto di implementare i controlli relativi alla visione delle telecamere sui comportamenti di scarsa educazione civica, rilevati in diverse occasioni soprattutto nel centro storico.
 
“Io stesso, ogni mattina, ricevevo le informazioni sull’incivile comportamento del padrone dei cani e le trasmettevo alla Polizia Locale: dopo la visione di una serie di filmati, finalmente c’è stata l’identificazione; il Regolamento comunale già c’era, ma era ora di applicarlo, sia sul fronte delle deiezioni sia su quello dell’obbligo del guinzaglio - spiega Polidori; queste sanzioni sono solo l’inizio, continueremo a monitorare le situazioni, con controlli nel centro ma non solo e con diverse tecnologie, a beneficio della pulizia della città e della vivibilità del territorio per i muggesani e per i turisti. Inoltre - anticipa - l’intento è di inasprire ulteriormente le sanzioni, mettendo mano al Regolamento attuale”.
 
Parole chiave: Muggia


©Il Meridiano di Trieste e Gorizia. Tutti i diritti riservati.
Testata giornalistica online iscritta presso il Tribunale di Trieste – Numero registrazione 12/2021 del 3 settembre 2021 - 3100/21 V.G.

Direttore Flavio Ballabani. Realizzato da Mittelcom.

Torna in alto